<Leggi tutto l'articolo>

Sapore e colore inconfondibile, icona del risotto alla milanese, non a caso rinomato come “risotto giallo”, lo zafferano è stato protagonista di una particolare serata di degustazione a Identità Golose Milano che, però, non contemplava nel menu il celeberrimo piatto meneghino. «Lo zafferano va ben oltre il risotto giallo», ha sottolineato sorridendo Paolo Daperno, che da direttore generale di Zafferano 3 Cuochi è molto ferrato sull’argomento. Proprio per questo, in collaborazione con il Centro Diagnostico Italiano e Identità Golose Milano, Zafferano 3 Cuochi ha sviluppato il progetto dell’inedito Menu del sorriso. «Lo zafferano non aggiunge solo colore e gusto a un piatto, lo rende anche salutare perché sono tante le proprietà benefiche che apporta e lo fa senza aggiungere alcuna caloria», spiega Daperno.

Ad esaltare il concetto del buono e salutare dello zafferano ci hanno pensato il resident chef di Identità Golose Milano Simone Maurelli e Viviana Vecchio, biologa nutrizionista del Centro Diagnostico Italiano, che da 45 anni dedica attenzione costante alla prevenzione e alla promozione di corretti stili di vita. «Chi pensa che buono e salutare non siano compatibili sbaglia. Anche un piatto gourmet può essere salutare e lo zafferano è una spezia che fa la sua parte, lo confermano numerosi studi in corso», spiega la nutrizionista che ha lavorato con Maurelli per dare un riscontro “a prova di scarpetta” alle sue affermazioni.

È nato così un menu di tre portate per palati raffinati come quelli che frequentano Identità Golose Milano. Dal benvenuto dello chef, una Mousse di rana pescatrice con polvere di zafferano e salsa di zucca, al dessert, un Semifreddo allo Zafferano 3 Cuochi su letto di more e mirtilli, la degustazione non ha deluso le attese. Equilibrato lo Spaghetto di farro al cacio allo Zafferano 3 Cuochi in salsa di peperoni e acciughe e delicata la Triglia con spinaci novelli al vapore di alloro e timo, accompagnata da uno yogurt allo Zafferano 3 Cuochi.

«Per il primo piatto è stato scelto il farro, che è una buona fonte di ferro, vitamine e minerali e che contiene molta fibra utile a disintossicare l’intestino. Per il secondo, invece, abbiamo optato per il pesce perché di carne se ne mangia troppa; nello specifico abbiamo scelto la triglia, dal basso contenuto calorico e con un buon contenuto di minerali, vitamine e acidi grassi omega 3. E, infine, mirtilli e more, frutti ricchi in antiossidanti che sono un valido aiuto per combattere i radicali liberi», approfondisce Viviana Vecchio.

A Simone Maurelli il compito di costruire i piatti. «Ho accettato molto volentieri la sfida di coniugare il gusto dello zafferano con un menu salutare – Mi sono affidato a cotture a vapore, preparazioni a crudo per piatti poveri di grassi», ha detto lo chef. Che ha vinto la sua sfida.

👉 Leggi l'articolo completo su: http://www.identitagolose.it/sito/it/413/413/27048/identita-golose-milano/zafferano-che-bonta-ed-e-salutare-tre-piatti-eccellenti-ce-lo-hanno-dimostrato.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here