<Leggi tutto l'articolo>

Era il 1752 quando la via Vandelli venne inaugurata. La strada collegava Modena a Massa, l’accesso sicuro al mare per il Ducato: una via di fondamentale importanza dal punto di vista politico, commerciale e militare. Nel 1859, con l’annessione del Ducato di Modena e Reggio al Regno d’Italia, la strada perse importanza e in poco tempo venne dimenticata. Tre secoli dopo, è uno chef a raccontarcene la storia.

Il percorso di Valentino Cassanelli ha seguito quello della via. Nato a Spilamberto, cittadina della campagna modenese, nel 2012 – dopo esperienze a Londra, a Milano insieme a Carlo Cracco, a Venezia – è arrivato a Forte dei Marmi. Qui ha portato il Lux Lucis, il ristorante dell’hotel Principe, a conquistare la sua prima stella nel 2017. E qui ha concepito un menu che rispecchiasse il suo cammino professionale, tra Emilia e Versilia.

Doppio raviolo di cipolla e Parmigiano Reggiano con coniglio in salsa cacciatora e besciamella croccante

Un viaggio in 12 tappe, lungo ma dallo scorrimento veloce, leggero e vivace come pochi menu degustazione, specie se così improntati concettualmente, riescono ad essere. Seduti a un tavolo del Lux Lucis, all’ultimo piano dell’hotel (il cocktail bar ha vinto premi internazionali come

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/menu-lux-lucis/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here