<Leggi tutto l'articolo>

Il Parmigiano Reggiano è un’eccellenza italiana apprezzata in tutto il mondo, questo è un dato di fatto. Questo formaggio a pasta dura DOP, prodotto con latte vaccino crudo parzialmente scremato per affioramento e senza l’aggiunta di additivi, non è soltanto uno dei nomi più diffusi del Made in Italy ma è anche, con oltre 3,7 milioni di forme, il terzo formaggio italiano per produzione dopo Grana Padano e Gorgonzola.

La sua origine viene fatta risalire, nell’aria di Piacenza, attorno al XII secolo, legato ai maggiori castelli e monasteri dell’Emilia Romagna. Ma, è giusto precisarlo, Giovanni Boccaccio raccontava nel suo Decamerone di come il Parmigiano Reggiano avesse già raggiunto le caratteristiche del tipo moderno tra il 1200 e il 1300.

Ad oggi la maggior parte della produzione del Parmigiano Reggiano avviene con latte prodotto da vacche Frisone, introdotte qui nel corso del ‘900, ma la tradizione vuole che la razza impiegata per la produzione del formaggio è la Reggiana rossa.

La zona di produzione comprende le province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna (a sinistra del Reno) e Mantova (a sud del Po). Tra allevamento e lavorazione, questo prodotti tocca diverse volte l’Appennino, disultando il formaggio DOP con la più elevata

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/parmigiano-reggiano-di-montagna/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here