<Leggi tutto l'articolo>

I tagli della carne di manzo: lombata, stinco, punta e mandrino… Se tutti i diversi tagli ti confondono quando devi decidere cosa cucinare, questa nostra guida ti aiuterà.

Include una raccolta di grafici sul taglio della carne per aiutarti ad acquistare il taglio di carne giusto per il lavoro giusto, che si tratti di grigliare, stufare, brasare o arrostire. Segui questa guida ai tagli di manzo e diventarai un piccolo macellaio in pochissimo tempo.

Lo schema dei tagli di manzo

Una mucca è suddivisa in quelli che sono chiamati tagli primari, le principali aree dell’animale che includono Lombo, Costola, Girello, Fianco, Collo (reale e cappello del prete), Lombata, Punta di petto e altro.

Questi tagli primari vengono quindi suddivisi in tagli sub-primari, tra cui bistecche e costolette: bistecca di fianco, bistecca di ferro piatto, filetto mignon, costata.

Come vedrai di seguito, ci sono molti diversi tagli di carne da imparare.

Lombo, lombo corto, lombata

Questi sono solitamente tagli di carne bovina più magri, meglio grigliati o fritti, funzionano benissimo con il calore elevato. Sono le bistecche T-bone e Porterhouse, i filetti, i tagli di carne che rispondono meglio alla cottura a calore secco.

Tagli di controfiletto

Filetto Mignon,

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/tagli-carne-manzo/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here