<Leggi tutto l'articolo>

Un incontro di culture unico ed emozionate sul “palcoscenico” del ristorante Cittamani di Milano. L’autrice e giornalista enogastronomica Anoothi ​​Vishal, che mantiene viva la cucina Kayasth, tipica della sua comunità e della sua famiglia, ha incontrato a Milano la chef indiana Ritu Dalmia per due serate all’insegna della tradizione gastronomica indiana più sincera. Venite a conoscere meglio la cucina Kayasth.

Anoothi Vidal e Ritu Dalmia – Courtesy of Cittamani

Cos’è la cucina Kayasth 

Con alle spalle una storia lunga 500 anni, la cucina di Kayasth nasce da una comunità di scribi medievali sparsi in gran parte dell’India settentrionale. Una cucina unica nel suo genere, in quanto è un mix sincretico di diverse influenze: cultura indù, musulmana e colonialismo inglese.

 
Come influenti cortigiani degli imperatori Mughal, i Kayasth avevano accesso ai migliori ingredienti e, grazie agli stretti legami con la corte Mughal, la loro cultura e il cibo hanno assorbito molte influenze persiane: nel parlato (i Kayasth erano letterati in persiano e urdu, una lingua nata come sintesi del persiano e alcuni dialetti hindi); nel vestiario (gli uomini indossavano eleganti kurta di mussola e achkans oppure lunghi cappotti, a differenza dell’alta casta indù che indossava il dhoti); nel loro patrocinio di belle arti come la musica classica Hindi-Urdu (fin da

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/cucina-kayasth/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here