<Leggi tutto l'articolo>

In collaborazione con AstraZeneca e WALCE Onlus

Durante il trattamento chemioterapico e radioterapico, è consigliato che il paziente segua un particolare regime alimentare, nonché prestare attenzione ad una serie di comportamenti.

Il compito della dieta in questa fase è quello di aiutare l’organismo, in particolare l’intestino, a prepararsi a ricevere la chemioterapia. Gli alimenti vanno dunque scelti in funzione della loro azione lenitiva e protettiva contro possibili disturbi intestinali, squilibri metabolici e ormonali, ovviamente adattandoli al proprio gusto per non stravolgere le abitudini alimentari.

Colazione. Se piace il latte, scegliere quello di vacca, magro e delattosato, oppure optare per una bevanda di soia, di mandorla o di avena, evitando quella di riso, perché impatta troppo sulla glicemia. Regola generale, pochi zuccheri aggiunti! Sempre! Buona cosa è abbinare sempre il latte o la bevanda scelta ad un cereale: quinoa soffiata, farro soffiato o avena in fiocchi. La frutta fresca è benvenuta, anche sottoforma di purea. Un succo di mela con all’interno un po’ di agar agar sciolto rappresenta un ottimo sistema per proteggere la mucosa intestinale.

Pranzo: dagli esperti arrivano suggerimenti diversi, quelli che preferisco coniugano la salute del nostro intestino con il gusto e la praticità. Spazio quindi a ricette che

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.marcobianchi.blog/2019/09/19/semplicemente-io-lalimentazione-durante-il-trattamento-oncologico/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here