<Leggi tutto l'articolo>

Ci piace conoscere storie nate in tempi ormai andati: imprimono nella nostra mente immagini rarefatte, come fossero fotografie d’epoca nelle nostre mani.

La storia di Rigoni di Asiago è una di quelle fotografie che, con il passare del tempo, anziché sbiadirsi diventa man mano a colori, pur partendo in tempi così lontani dai nostri. Questa storia comincia negli anni ’20, nel cuore dell’Altopiano di Asiago, in provincia di Vicenza, dove continua tuttora. Partita come un’impresa famigliare dedita all’apicoltura, Rigoni è oggi una realtà del settore alimentare riconosciuta a livello internazionale, che unisce tradizione, innovazione e rispetto della natura.

Da sempre, questa azienda veneta ha scelto il biologico per offrire prodotti buoni per l’uomo e rispettosi dell’ambiente.

Al miele, presente nel mercato con il marchio Mielbio, Rigoni di Asiago ha affiancato con successo la produzione di Fiordifrutta (preparazione di frutta), Nocciolata (crema spalmabile al cacao e nocciole), Dolcedì (dolcificante naturale), Tantifrutti (nettari di frutta) e DolceHerbe (integratore alimentare a base di miele ed echinacea).

Per conoscere meglio questa importante realtà, la sua storia e i principi su cui si basa la sua produzione, abbiamo intervistato Cristina Cossa, Marketing Manager di Rigoni di Asiago.

Buona lettura!

 

 

Ciao Cristina,

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.italianfoodexperience.it/storie/rigoni-di-asiago/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here