<Leggi tutto l'articolo>

Sono lontani i tempi in cui la quinoa era un ingrediente sconosciuto ed “esotico”: oggi è su tutte le tavole per la sua versatilità in cucina, le sue proprietà e la sua “capacità” di trasformarsi in un pranzo leggero e gustoso.

Venite a conoscere meglio questo ingrediente originario del Sudamerica.

Quinoa: la provenienza

La quinoa è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci o la barbabietola. Originaria del Sudamerica, è da sempre parte integrante dell’alimentazione delle popolazioni di Perù, in Bolivia e in Ecuador. A scopo alimentare si usano comunemente i suoi semi, che vengono lavorati per rimuoverne il rivestimento fibroso. Esistono oltre 200 varietà di quinoa, ma in Italia una delle più diffuse è la Real, varietà di colore bianco e particolarmente povera di saponine (sostanze che hanno un sapore amaro) e veloce da cuocere.

Katharine Pollak – Stockfood  

Gli Inca chiamano la quinoa chisiya mama, che in quechua vuol dire «Madre di tutti i semi».

Quinoa: le proprietà

La quinoa non può essere considerato un vero e proprio cereale perché, anche se i semi sono ricchi di amido, la pianta non fa parte delle graminacee. Per questo motivo, viene classificata come pseudocereale

100 grammi

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/consigli-cucina/ingredienti-quinoa/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here