<Leggi tutto l'articolo>

La situazione per il settore della ristorazione è una delle più complesse. 

Ristoranti chiusi, ma il settore è ampio e le aziende fornitrici o colegate al mondo food reagiscono al periodo dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in modi differenti e con azioni diverse.

Con i ristoranti, le enoteche ed i bar chiusi, tutto il settore enogastronomico va in affanno. Si pensi alle aziende vitivinicole, ai pastifici, ai pescatori, ai piccoli produttori locali e a tutti i dipendenti. Quando la ristorazione si ferma, contemporaneamente si ferma un indotto che vale decine di milioni di euro. 

Abbiamo già parlato (e continueremo a farlo) di progetti benefici, di chef che si mettono al servizio di altri, di aziende che donano prodotti.

Vediamo qui alcune attività e idee nate in questo periodo per cercare di risollevare o dare un futuro alla propria attività, o semplicemente per venire incontro ad esigenze diverse.

Cortilia modifica orari e importi per le consegne COOKIoffre un mese gratuito per gli operatori Longino&Cardenal apre un canale di vendita al privato 1- Cortilia modifica orari e importi per le consegne

A seguito dell’emergenza nazionale, Cortilia ha apportato alcune modifiche provvisorie al servizio, attuate come spiega l’azienda con l’obiettivo di poter

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.storiedicibo.it/produttori-e-imprese-food-come-reagiscono-al-codiv-19/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here