<Leggi tutto l'articolo>

Nel corso dell’ultima edizione di Ein Prosit si è parlato molto di mixology. Alcuni dei migliori bartender italiani hanno tenuto masterclass (e allietato gli after party notturni) con la creazione di cocktail ad hoc. Una delle lezioni più interessanti è stata quella di Patrick Pistolesi, che ha preparato tre beer cocktail, usando la birra Asahi, nell’intento di ricreare il Karakuchi, il “gusto secco” con cui in Giappone si definiscono vino, sake e birra che lasciano la bocca pulita.

Patrick inframmezza aneddoti sulla mixology a dettagli tecnici sui cocktail e racconti di viaggio con uno straordinario talento da affabulatore, al punto che gli ascoltatori quasi si dimenticano di bere i suoi drink. Tutti, ovviamente, buonissimi.

Nei suoi 41 anni di vita è già riuscito a diventare una delle figure più importanti della mixology italiana: ha aperto il primo gin bar d’Italia, ha lavorato in un locale storico come il Propaganda e nel 2018, sempre a Roma, ha aperto il cocktail bar Drink Kong, new entry nell’ambito dei World’s 50 Best Bars 2019 (dove è stato premiato anche con il Campari One to Watch Award).

Ecco che cosa ha raccontato a Fine Dining Lovers Patrick Pistolesi.

Foto: Facebook | Drink Kong

Quando ha iniziato

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/interviste/patrick-pistolesi/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here