<Leggi tutto l'articolo>

C’è un profondo amore per l’Italia in ogni parola di Oliver Glowig. Forse molto più amore di quanto ce ne mettiamo spesso noi italiani, quando parliamo della nostra Terra.

Un amore così grande che l’ha portato prima a lavorare per anni a Capri al Quisisana, quando la consulenza era del Maestro Gualtiero Marchesi, poi a Roma dove ha conquistato due stelle nella splendida cornice dell’Aldrovandi Villa Borghese.

Un amore così grande che l’ha portato a innamorarsi di una donna italiana, Paola, e a formarsi una famiglia qui, senza andarsene più.

E, tornando alla cucina, c’è un interesse così profondo per le nostre tradizioni culinarie e i nostri prodotti tipici che, in ogni consulenza che fa all’estero, a Toronto e in Barhein, si trasforma in un “ambasciatore della cucina italiana” all’estero.

A volte sembra strano che io, che sono un tedesco, porti la cucina italiana all’estero – dice scherzando Oliver Glowig  eppure ormai è così radicata in me che non potrei fare altro”.

OnStage Studio

Mi ero fatta un’immagine di lui come di una persona fredda e composta, poco incline al sorriso. Invece basta stare in sua compagnia qualche ora per capire che è un uomo appassionato e che è

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/barrique-menu/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here