<Leggi tutto l'articolo>

A Pavia, affacciato sulla piazza del Lino, scorcio importante per la storia del Risorgimento cittadino, un nuovo indirizzo fine dining regala nuova vita e freschezza ai prodotti del territorio

Si tratta del ristorante Lino, che vede in cucina lo chef Federico Sgorbini, affiancato dal pastry chef Gabriele Tangari. Il Restaurant Manager è Fabrizio Ciccarello, mentre la supervisione è affidata allo chef stellato Andrea Ribaldone

Ecco allora un modo nuovo di concepire e proporre la materia prima locale, che nel capoluogo e in provincia è – tranne in rare eccezioni – tanto apprezzata quanto ancorata alle ricette della tradizione. 

Lino, il locale

Lino si presenta all’interno come un locale dall’eleganza amichevole. Le sale d’ispirazione déco, luminose grazie alle estese vetrate, sono caratterizzate da dettagli che stemperano in giusta misura la formalità: quadri, librerie, suppellettili.

Un’allure che si estende fino al dehors minimale e chic allestito proprio nella piazza che dà il nome al ristorante. Riconoscibilissime le sedie optical.

Lino, il menu

Non solo territorio ma anche stagionalità nel menu dello chef Sgorbini. Qua e là qualche furba contaminazione. Tra gli antipasti troviamo così la Primavera vegetale con gelato alla cipolla rossa di Breme e il Filetto di manzo varzese

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/indirizzi-interessanti/ristorante-lino-pavia/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here