<Leggi tutto l'articolo>

Di Roy Caceres ti colpisce il sorriso, fin da subito. L’energia che lo circonda. La semplicità e la trasparenza con cui ti racconta le sue passioni: dall’amore per il basket (da piccolo “legava” la mano sinistra durante gli allenamenti per diventare ambidestro) a quella per l’intaglio del legno, fino alla storia dell’incontro che lo ha legato indissolubimente alla moglie Alessandra. Si può diventare amici di Roy Caceres in pochi minuti.

Nato a Bogotà, si è trasferito a 19 anni in Italia, a Misurina, dove lavorava come lavapiatti. “Ricordo che la passione per la cucina fu immediata” racconta Caceres, oggi chef di Metamorfosi, uno dei ristoranti stellati più amati di Roma. “Dopo aver lavato pile e pile di piatti, avevo voglia di imparare qualcosa di più sulla cucina e, per fortuna, ho incontrato chef che hanno condiviso con me le loro conoscenze in modo spontaneo, mostrandomi trucchi e preparazioni. Ricordo che spendevo i miei risparmi per comprare libri e riviste enogastronomiche, la mia fame di conoscenza era insaziabile“. Poi l’incontro con la moglie Alessandra, bar manager, che gli ha cambiato la vita: “Dopo un po’ di anni lontani per lavoro, ci siamo trasferiti a Roma, e da allora non ci siamo

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/roy-caceres-menu/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here