<Leggi tutto l'articolo>

La rivoluzione dello street food può passare da un fritto. È quanto promette Indegno – La Crescentina 2.0, nuovo indirizzo che ha aperto i battenti a fine agosto a Bologna, nel cuore del Pratello (e che inaugurerà ufficialmente il 20 settembre). 

Qui, la tipica crescentina – conosciuta anche come gnocco fritto – cambia forma e si fa gourmet. Il progetto porta la firma di un giovane trio, costituito da Pierluigi Sapiente, fresco di vittoria al World Pastry Stars come Miglior Pasticcere Under 35 e qui responsabile di produzione, Andrea Liotta, un altro pasticcere di Bologna interessato al mondo dei lievitati che segue da vicino il locale e il suo marketing, e Edoardo Malvicini, bartender con la passione delle crescentine.

L’idea? “Volevamo dare un tocco moderno alla tradizione bolognese: nessuno ha mai lavorato su un prodotto come la crescentina”, spiegano. Così, dopo uno studio di cinque mesi, Sapiente ha messo a punto l’impasto della Crescentina 2.0, che rinnova il classico gnocco fritto nella forma e nel concept.

“La crescentina tradizionale è fatta da due strati di pasta che solitamente vengono accompagnati da salumi, noi l’abbiamo resa triangolare e l’abbiamo farcita, rendendola più contemporanea”. La rivoluzione? Abbandonato il tagliere, il goloso impasto fritto viene tagliato

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/indirizzi-interessanti/indegno-crescentina-2-0-bologna/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here