<Leggi tutto l'articolo>

Chi ama il mare, non può che avere un animo nobile. Il mare, infatti, è da sempre un mistero per l’uomo, un affascinante orizzonte da scoprire. Nelle culture antiche, il mare è per eccellenza la madre dell’universo, del cosmo, dell’umanità.

Dal concetto al sapore, oggi incontriamo lo chef stellato Gianfranco Pascucci, patron del ristorante Pascucci al Porticciolo di Fiumicino (Roma), che è il secondo chef ospite all’hub di cucina internazionale di Identità Golose a Milano. La sua cucina è un’esplorazione vivace del mare in tutte le sue forme, dalle alghe dei fondali, al profumo del pesce fresco, in un ritratto acquatico fatto di grande tecnica, sensibilità e attitudine artistica.

Carattere pacato e solare, classe 1970. e autodidatta, Pascucci ti conquista per i suoi modi di fare estremamente gentili e per la sua visione sempre originale della cucina di mare. La passione non si placa mai, come se questo argomento fosse inesauribile e profondo come le acque di cui parla.

La riflessività si ritrova in molte delle sue proposte, ma sempre senza proclami altisonanti e con attitudine calma e “low profile”, un esempio è il suo piatto Mare di plastica, che nasce dallo sguardo su Coccia di Morto, una spiaggia di Fiumicino

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/food-drinks/gianfranco-pascucci-piattii/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here