<Leggi tutto l'articolo>

Di edizione in edizione, la sala dell’hotel Gallia di Milano è sempre più piena. Merito di un’intuizione: non dare giudizi, ma fare cultura, per far conoscere il meglio della ristorazione italiana e internazionale.

E’ stata presentata oggi l’edizione 2020 della Guida di Identità Golose, ideata da Paolo Marchi e Claudio Claudio Ceroni, e curata da Gabriele Zanatta rigorosamente gratutia e online – per essere accessibile e sempre aggiornata con le novità di un settore in continuo fermento.

Credit: Brambilla-Serrani

I numeri della Guida di Identità Golose 2020

Un “organismo” sempre più complesso e internazionale, e i numeri parlano chiaro: 1111 insegne recensite in 50 paesi di tutto il mondo, 794 in Italia e 317 nel resto del mondo. Tra queste, 246 novità, 99 pizzerie, 75 insegne guidate da chef under 30, mentre 481 sono i locali guidati da chef under 40, quasi il 50% del totale.

Una panoramica che abbraccia 52 paesi in tutto il mondo (tra cui sette importanti new entry: Canada, Emirati Arabi, Laos, Libano, Lituania, Montecarlo, Romania).

Uno spaccato reale e in movimento, frutto del lavoro di oltre 100 collaboratori che, in questo ultimo anno, hanno viaggiato e testato a lungo per garantire una panoramica quanto più esaustiva possibile.

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/news-tendenze/guida-identita-golose-2020/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here