<Leggi tutto l'articolo>

Le costine di maiale sono uno dei tagli più succulenti e amati del maiale. Comunemente chiamate anche costolette, spuntature e puntine, oltre ad essere buonissime sono anche economiche e facili da preparare, tanto è vero che si trovano in molte tradizioni regionali italiane.

In Toscana e nell’Alto Lazio è molto famosa la rosticciana o rostinciana, un piatto a base di costine cucinate alla griglia su un fuoco di carbone o braci di legna. 

Negli Stati Uniti dal costato vengono ricavati due tagli di costine (le famose ribs): le Baby Backs, taglio lungo 12 cm partendo dall’osso spinale, dove le costole sono più piccole e incurvate (quindi più tenere e con più carne sopra l’osso), e le Spare Ribs, dal taglio finale delle baby backs, fino ad arrivare all’attaccatura dello sterno (con più carne tra un osso e l’altro, più ricche di grasso e tessuto connettivo).

Dnva3000 – Pixabay

Le costine di maiale in padella

Per preparare le costine in padella in modo semplice, si fa soffriggere l’aglio in camicia, un rametto di rosmarino e qualche foglia di salvia in un abbondante giro di olio. Si aggiungono le costine di maiale e si lasciano insaporire a fuoco altro per circa due minuti per lato.

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/consigli-cucina/come-cucinare-costine-di-maiale/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here