<Leggi tutto l'articolo>

Le mazze di tamburo (Macrolepiota procera) sono dei funghi commestibili della famiglia Agaricaceae. Sono conosciuti anche con altri nomi come puppole, bubbole maggiori, ombrelloni o parasoli. Sono molto apprezzati in cucina per il “cappello” ampio, dalle dimensioni medio-grandi, e quindi per la versatilità in cucina.

Il sapore delle mazze di tamburo è ottimo e particolarmente delicato. Questi funghi vanno mangiati necessariamente dopo la cottura perché, da crudi, possiedono un alto tasso di velenosità.

La pulizia dei funghi

Iniziamo dalla pulizia delle mazze di tamburo, operazione “comune” a tutte le modalità di cottura che vedremo in seguito. Tagliate la base del gambo eliminando ogni residuo di terra. Sciacquate il fungo sotto l’acqua corrente fredda, avendo cura di eliminare ogni residuo. Asciugate con un canovaccio pulito. i funghi sono pronti per essere cucinati.

Come cucinare le mazze di tamburo trifolate in padella

Per cucinare le mazze di tamburo in padella, dividete il gambo dal cappello del fungo. Tagliate in due il gambo per la lunghezza e la pappella a striscioline. Fate scaldare in padella l’olio extravergine di oliva e uno spicchio d’aglio, aggiungete i funghi e fate saltare per circa 5 minuti. Potete cuocere anche solo la parte superiore, mantenendola intatta. A

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/consigli-cucina/come-cucinare-mazze-di-tamburo/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here