<Leggi tutto l'articolo>

La categoria in assoluto più colpita finora dall’emergenza (e che ha sta chiudendo locali in tutta Italia, con gravi problemi anche per il personale) non rinuncia a ricordare agli italiani il valore della solidarietà.

E lo fa con campagne social di raccolta fondi, in differenti modalità, ma con un fattore comune: donare agli ospedali italiani.

Qui raccontiamo alcuni casi, ovviamente in aggiornamento se nasceranno altri progetti di questo tipo.

Italia a Tavola sostiene economicamente le unità di terapia intensiva dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo l’agenzia Alessia Rizzetto ha lanciato il progetto #  con cui propone una campagna social, a sostegno dell’Ospedale Sacco di Milano

Vediamoli nel dettaglio.

1- I cuochi italiani, con Italia a Tavola, a sostegno delle unità terapie intensive dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e dell’Ospedale Spallanzani di Roma

Italia a Tavolail quodiano on line di enogastronomia e turismo ha pensato di sostenere economicamente le unità terapia intensiva dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e dell’Ospedale Spallanzani di Roma in prima linea nella lotta al coronavirus attraverso una pubblica raccolta di fondi per acquistare respiratori e macchinari di supporto.

L’iniziativa senza scopo di lucro è sostenuta da alcuni dei più noti cuochi italiani in rappresentanza di una categoria che pur nella crisi

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.storiedicibo.it/campagne-social-di-cuochi-in-aiuto-agli-ospedali/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here