<Leggi tutto l'articolo>

È un classico della cucina di mare, nato come piatto dei pescatori, che un tempo utilizzavano così il pesce dell’Adriatico di piccola pezzatura o di bassa qualità che non riuscivano a vendere.

Da ricetta povera a classico della tradizione il passo è breve: nel tempo, dal Veneto alla Romagna, dalle Marche all’Abruzzo, il brodetto di pesce è diventato un must.

La ricetta varia a seconda della regione, della stagione e della località: famoso il brodetto fanese, una preparazione marchigiana di culto, celebrata ogni anno nel corso del Festival internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce che si tiene a Fano, appunto, nel mese di luglio. Per la sua preparazione, si usano circa dieci varietà ittiche, dalle seppie alle triglie, dalle canocchie al pesce San Pietro, per citarne alcune. 

Abbiamo chiesto la ricetta allo chef Antonio Scarantino del ristorante AlMare di Fano. Qui, nella patria del brodetto, lo chef propone Brodetterò, una personale interpretazione, che rilegge la tradizionale versione marchigiana. Scarantino, con il classico brodetto, crea una salsa che viene servita in accompagnamento a pesci selezionati e crostacei tostati in padella.

La salsa può avere un sapore più o meno intenso e può essere modulata a seconda dei gusti personali, regalando una grande persistenza.

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/consigli-cucina/brodetto-di-pesce-ricetta/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here