<Leggi tutto l'articolo>

Mai sottovalutare la provincia. Prendiamo Forlì. Da fuori si potrebbe etichettarla come una sonnacchiosa cittadina della provincia romagnola. E invece è qui che due anni fa è nata una delle più brillanti realtà della ristorazione italiana contemporanea: Benso. L’idea di Benso nasce nel 2017 da Maicol Ravaioli, Simone Zoli e Jacopo Valli, tre menti (e sei mani) dietro altrettanti locali forlivesi: Big Bar, Osteria Don Abbondio, Locanda dell’Appennino.

Un background ristorativo fatto di cucina tradizionale, passione enologica e clientela trasversale – i giovani e i meno giovani, gli appassionati e i semplici affamati. È da lì che prende forma Benso, un progetto di ristorazione collettiva nel nome e nei fatti. Ultimo tassello: la collaborazione con lo chef Piergiorgio Parini.

BENSO | LA LOCATION

Benso nasce all’interno di un chiosco nei Giardini Orselli di piazza Camillo Benso. Metà muratura, metà scenografica vetrata che, specialmente di notte, complice il suggestivo impianto luci, lo fa apparire come un futuristico cubo, tanto più bello quanto incongruo nel centro storico di Forlì.

I contenuti spazi interni – 50 metri quadrati, una trentina di coperti, cucina a vista – vengono resi accoglienti dal legno scuro e dall’essenzialità nordica dell’arredamento. Il dettaglio di cui innamorarsi: i cassetti nei

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/indirizzi-interessanti/benso-forli/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here