<Leggi tutto l'articolo>

Colonna portante nella sala de La Madernassa, ristorante una stella Michelin di Guarene, tra Langhe e Roero, Alessandro Tupputi ha saputo negli anni osare, conquistare la fiducia della proprietà, dello chef Michelangelo Mammoliti e, chiaramente, dei clienti. Oggi il sommelier ha carta bianca nella costruzione di degustazioni capaci di trasformare il fine dining in un’esperienza all’insegna della scoperta e della condivisione.

Il suo percorso in sala parte da lontano per poi farlo tornare a casa, in Italia. Tra le sue esperienze quella in Ontario, in Canada, in un hotel 5 stelle, poi al Conrad di Dubai. Si sposta in seguito all’Armani Ristorante Ginza di Tokyo. Quando rientra nel Bel Paese lavora al Villa Maiella, stellato abruzzese dove rimane quattro anni, e inizia ad occuparsi dei vini. Poi, la chiamata al fianco dello chef Mammoliti. 

Ecco cosa ci ha raccontato della sua vita e del suo lavoro. L’intervista di Fine Dining Lovers ad Alessandro Tupputi.

Come ha iniziato ad occuparsi di vino?
Ho iniziato a fare il sommelier al ristorante Villa Maiella a Guardiagrele, affiancando il figlio della proprietà, Pascal Tinari. La mia passione però ha inizio molto prima, quando ancora ero ragazzo. C’è una cosa che mi ha sempre affascinato e spinto verso questa

👉 Leggi l'articolo completo su: https://www.finedininglovers.it/blog/interviste/intervista-alessandro-tupputi/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here